Le farine Dallagiovanna incontrano l'arte del Maestro Zoia nel laboratorio Fratelli Bogana.

Il prossimo 4 e 5 marzo appuntamento col gusto delle tradizioni pasquali.

Il laboratorio dei Fratelli Bogana, a Cherasco (località La Moglia, 27 - Cuneo) ospiterà la dimostrazione del Maestro Pasticcere Achille Zoia. Tema dell’incontro le paste lievitate per dolci, ideali per la produzione delle Colombe Pasquali, nonché dei dolci per la prima colazione: croissant, danesi, ecc... 

[09/03/2009] Le due protagoniste, le farine "Soft" e "Z", hanno superato le aspettative, sia in fatto di pubblico che di risultato.

Mattatore della due giorni, ancora una volta, è stato il Maestro Pasticciere Achille Zoia, ormai saldamente legato alla famiglia Dallagiovanna, sia per amicizia che per la qualità delle miscele prodotte.

Entrambe le farine nascono da un’idea di Zoia, poi tradotta in fatti dal Molino Dallagiovanna: la "Soft", particolarmente adatta per i dolci del mattino, si differenzia dalle altre per la capacità di donare morbidezza e delicatezza al prodotto, pur lievitando come le concorrenti; la "Z", invece, è più adatta per i grandi lievitati come colombe e panettoni. La particolarità di quest’ultima farina è  basata sull’equilibrio tra amidi e proteine che garantisce al prodotto una fragranza e una bontà che non ha eguali.

Il noto artista dolciario, prima di sporcarsi le mani, ha iniziato ad illustrare ai professionisti del settore la struttura chimica del lievito, come si comporta, quali sono i metodi giusti per lavorarlo, le pratiche da evitare, ma soprattutto come si ottiene il lievito madre più equilibrato per ogni singola preparazione.

Solo dopo le nozioni tecniche si sono potute mettere le "mani in pasta". Alla fine di ogni giornata è stato così possibile assaggiare i dolci appena sfornati che hanno deliziato il palato dei fortunati corsisti.

La farina si mette le ali