Dolcissime passioni

L'incontro perfetto fra tradizione nordica ed estro campano. A Sant'Egidio Montalbino, nel cuore della campagna salernitana, patria delle zeppole, degli strufoli e della pastiera, da oltre vent'anni un piccolo laboratorio di pasticceria ha scelto di dedicarsi anche ai grandi lievitati "nordici": panettone milanese e torinese, pandoro, colomba. E li fa talmente bene da commerciarli in tutto il Paese e da essersi piazzato al secondo posto nella classifica nazionale 2009 del Gambero Rosso.

Il laboratorio di Alfonso PepeE' proprio qui, nel laboratorio dell'Accademico Alfonso Pepe – squisito padrone di casa, organizzatore perfetto e grande "Mastro dolciere" – che il Maestro Pasticciere Achille Zoia – testimonial Dallagiovanna e protagonista dell'eccellenza dolciaria meneghina – ha deciso di tenere un workshop sulla linea di miscele le dolcissime Dallagiovanna. Il corso, tenuto da Zoia con la collaborazione del tecnico del Molino GianCarlo De Rosa, era dedicato ai professionisti del settore e ha visto la presenza di numerosi esponenti dell'Accademia Maestri Pasticcieri Italiani, come Salvatore De Riso, Salvatore Gabbiano, Salvatore Varriale e Pasquale Marigliano.

Quello che accomuna questi Maestri e il Molino Dallagiovanna è l'amore per l'artigianato di qualità, contro le logiche industriali e i profitti di mercato. Il tutto vestito da quel tocco personale, da quell'intuito che, unito alla passione e all'esperienza, fa di ogni ricetta un'opera d'arte culinaria. Grande importanza è rivestita poi dalle materie prime di qualità e totalmente naturali, a partire dal lievito madre, che ha più di vent'anni – al burro Corman – partner dell'evento e presente  con il Capo area centro sud, Sergio Franchi, fino alle farine.

Le miscele speciali Dallagiovanna per dolci sono infatti l'emblema di questa etica produttiva. E il percorso per una farina d'eccellenza non è semplice. Parte da un’accurata selezione dei grani, da studi e test di laboratorio costanti e da una macinazione che non si lasci influenzare dalle esigenze commerciali, ma punti alla qualità senza compromessi. 

Nei suoi duecento anni di storia, il Molino Dallagiovanna ha sempre privilegiato la qualità, in un'ottica produttiva che attinge dai migliori metodi di ogni tempo. Un tempo antico, come per il lavaggio del grano, oppure moderno, come per l'impianto di macinazione Bühler e il centro computerizzato di gestione e controllo.

Brioche

Oggi Pierluigi, Sergio e Andrea guidano il Molino e le sue 50 farine di serie con il medesimo spirito che ha accompagnato i Dallagiovanna attraverso generazioni e che accompagna il Maestro Achille Zoia nel dimostrarne peculiarità ed eccellenze in ricette d’alta pasticceria. 

Brioches e Panettone, Panettone Z e SOFT – queste ultime nate dalla sinergia tra il Maestro e il Molino – Frolla e Sfoglia: miscele diverse, con elasticità e valori differenti, ma con lo stesso obiettivo: mantenere il gusto e la fragranza di una tradizione, portandola avanti nel tempo e nel mondo.